Cân a Thelyn

CANTI GALLESI

Cân a Thelyn, che significa semplicemente canto e arpa in lingua gallese, è un progetto pensato per celebrare la bellezza delle mie radici gallesi. Il Galles è terra famosa per il suo amore per musica e poesia, che però sono molto meno note a livello internazionale rispetto al repertorio delle sorelle Irlanda e Scozia. 

In particolare, la lingua gallese si distingue dal gaelico ed essendo una antica lingua poco conosciuta e diffusa un mio desiderio era quello di farla conoscere anche in Italia con la sua tradizione vocale, specialmente in una versione pura come il duo acustico arpa celtica e voce. Pur non parlando il gallese per ovvi motivi, lo ho orecchiato fin da bambina così come la gran parte dei canti che abbiamo arrangiato, infatti dall'infanzia uno dei mezzi che prediligo per apprendere le lingue è proprio il canto. Credo, inoltre, che il mio amore innato per i suoni, il canto, la poesia e la lingua sia parte del mio DNA gallese visto che è tradizione in Galles curare queste espressioni anche partecipando ai famosi eisteddfod, concorsi tradizionali ai quali debuttò persino un giovane Pavarotti.

Grazie alla Scuola di Musica Popolare del Veneto con cui ho collaborato, ho conosciuto l'arpista olandese Sophie Liebregts esperta di musica irlandese che ha vissuto a lungo in Irlanda, dove si è formata con i musicisti locali e ha seguito un master in etnomusicologia e che ha gradito l'idea di approfondire un nuovo repertorio. Abbiamo selezionato insieme alcuni pezzi che preferivamo, in maggior parte di tema romantico e descrittivo della vita rurale.

Cân a Thelyn è un duo di canti gallesi accompagnati all'arpa, composto da Marged Trumper (voce) e Sophie Liebregts (arpa e cori) di base a Padova.

  • SoundCloud Icona sociale
  • YouTube
  • Instagram

Dacw 'nghadiad (canto tradizionale gallese)

(traduzione italiana a nostra cura)

Su vieni, amor mio

Su vieni, amor mio, giù nel frutteto
Tu ram di ro ram di radl didl dal
Oh se fossi lì con te!
Tu ram di ro ram di radl didl dal
Vieni alla casa, vieni al fienile,
vieni alla porta schiusa della stalla
Faldi radl didl dal, faldi radl didl dal
Tu ram di ro ram di radl didl dal
Vieni alla maestosa quercia ramosa

Tu ram di ro ram di radl didl dal
immagine che m'è assai cara
Tu ram di ro ram di radl didl dal
 
io starò alla sua ombra
fino a che tu, amata, non verrai a incontrarmi
Faldi radl didl dal, faldi radl didl dal
Tu ram di ro ram di radl didl dal
Vieni all'arpa, vieni alle corde,
Tu ram di ro ram di radl didl dal
che mai posso riuscire a fare senza alcuna per cui suonare?
Tu ram di ro ram di radl didl dal
Vieni cesellata bellezza lattea,che mai può essermi gradito senza la tua attenzione?
Faldi radl didl dal, faldi radl didl dal
Tu ram di ro ram di radl didl dal

Segui gli aggiornamenti sugli eventi in programma iscrivendoti alla newsletter o andando alla pagina eventi del sito

Se vuoi organizzare un evento con NOI, contattaci qui